Navigazione veloce

Scuola Digitale

 

 EU CODE WEEK 2017

Per favorire lo sviluppo del pensiero computazionale la comunità scolastica del Circolo Didattico di Baronissi anche quest’anno ha partecipato  alla settimana europea della programmazione: EUCODE WEEK 2017, che si è svolta dal 7 al 22 ottobre.

All’evento europeo hanno aderito:

 31 classi di Scuola Primaria con un coinvolgimento di 564 alunni;

• 5 sezioni di Scuola dell’Infanzia (n. 4 San Francesco, n. 1 Aiello) per un totale di n. 108 bambini.

Le attività di coding si sono svolte  nei laboratori multimediali di tutti i plessi scolastici di scuola primaria nei giorni programmati come stabilito dai calendari “Partecipazione classi“. Gli alunni hanno conosciuto i concetti base dell’informatica relativi al pensiero computazionale giocando ai vari laboratori messi disposizione sulla piattaforma code.org. L’apprendimento si è basato sul drag and drop. I concetti utilizzati sono stati: la sequenza, l’alternativa e la ripetizione.

Le classi prime e parte delle classi seconde hanno svolto attività unplugged attraverso attività ludiche e percorsi. Agli alunni è stato richiesto di muoversi ed assumere nello spazio circostante delle posizioni specifiche rispetto ad un oggetto o ad uno o più compagni percorrendo percorsi prestabili secondo delle indicazioni precise e sempre diverse. E’ stato utilizzato il Kit Cody Roby,  precedentemente scaricato e stampato con attività di coloritura delle frecce creazione di percorsi.

A.S. 2016 – 2017

A.S. 2017 – 2018

 locandina  

 locandina  

 calendario eventi

 calendario eventi

 schede di partecipazione

 schede di partecipazione

 dispense laboratori

 dispense laboratori

 esperienza di coding

• esperienza di coding

• certificato

• certificato

    

 CODE5
 

Coding

Per “Coding” si intende, in informatica, la stesura di un programma, cioè di una di quelle sequenze di istruzioni che, eseguite da un calcolatore, danno vita alla maggior parte delle meraviglie digitali che usiamo quotidianamente.

Il punto di partenza sarebbe quello di insegnare ai ragazzi alcuni elementi per la programmazione: alla fine della scuola i ragazzi dovrebbero essere in grado di produrre piccoli programmi come videogiochi o brevi sequenze.
Il coding è un salto di qualità rispetto ai corsi d’informatica perché introduce i ragazzi al pensiero computazionale, cioè a realizzare un’idea o risolvere un problema facendo leva sulla creatività e sugli strumenti giusti.

Al progetto coding partecipano gli alunni delle classi terze, quarte e quinte di tutti  i plessi della Scuola Primaria, sia attraverso attività unplugged (esperienza pratica di scrittura di codice, senza l’uso diretto del PC), sia attraverso attività on line con l’utilizzo di piattaforme di apprendimento: Programma il futuro e Code.org.

programma  Programma il futuro

Il MIUR, in collaborazione con il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica, ha avviato già dall’anno scolastico 2014-15 il progetto “Programma il Futuro“, con l’obiettivo di fornire alle scuole una serie di strumenti semplici, divertenti e facilmente accessibili per formare gli studenti ai concetti di base dell’informatica.

 _921279641_angry I percorsi didattici

Attraverso “Programma il futuro” gli alunni guidati dai propri insegnanti possono fuire delle lezioni tecnologiche proposte nella piattaforma “Code studio” e suddivise in una serie di esercizi progressivi.

Più di 25 classi del nostro istituto sono iscritte al progetto: circa  400 alunni stanno partecipando alle varie iniziative proposte.

Il nostro progetto [clicca]
 

Settimana del PNSD

Nei giorni 14 e 15 dicembre 2015 le nostre scuole sono aperte al pubblico con l’evento “SHOW & TELL” al fine di illustrare ai Genitori e al Territorio la nostra Scuola Digitale…

scuola digitale1
                    Invito                                                                                                                                      Cartellonistica
 

Scuola digitale

[clicca]

Diario di bordo dell’Animatore Digitale e del team dell’innovazione

[clicca]

WebQuest, regole costruttive, modelli on line, archivio

[clicca]

 

 
  

Robotica educativa

L’impiego della robotica educativa nella scuola può essere di grande aiuto perché favorisce la realizzazione di ambienti di apprendimento in grado di coniugare scienza e tecnologia, teoria e laboratorio, studio individuale e studio cooperativo.

Prerogativa di questa filosofia didattica è l’“imparare facendo”, learning by doing, senza temere l’errore, che è invece occasione di miglioramento. L’apprendimento avviene per scoperta, esplorare attraverso problem solving, riconoscere il ruolo positivo dell’errore. Il tutto in un contesto ludico. Lo strumento di cui si serve in genere è un kit robot da costruire e programmare sotto la supervisione di un insegnante.

Esperienze, progetti, convegni, mostre realizzati in anni precedenti   [clicca]
robot16